turnaround blues

Turnaround Blues, scopriamolo insieme!

Ciao ragazzi,

oggi voglio parlarvi dei Turnaround da usare sul giro Blues. 

Da non confondere con la classica cadenza usata nel jazz (VI-II-V-I), il Blues Turnaround è una cadenza armonica V-IV-I che può essere utilizzata sia in chiusura (generalmente nelle ultime due battute) che in apertura del giro blues (ho già scritto un articolo sul “giro blues” che puoi leggere qui).

Qui sotto trovi la mia masterclass LIVE che parla dell’argomento dell’articolo. Puoi decidere se vedere il video o continuare a leggere!

Nel PDF che puoi scaricare, ho scritto otto esempi da studiare, memorizzare e implementare nelle nostre improvvisazioni.

Andiamo ad analizzarli!

PS: trovi il pdf con tutti i turnaround premendo sul pulsante qui sotto.

Turnaround N°1

turnaround 1

Questo primo esempio vede l’utilizzo di intervalli di sesta discendenti sottolineando il passaggio dal G (la 7 di A) al E (la 5 di A), con la presenza della tonica all’ottava al canto per far rimanere in evidenza l’accordo principale (A7).

Turnaround N°2

turnaround 2

Questa è una variazione del primo turnaround con un movimento contrario delle voci dell’accordo: partiamo sempre dall’intervallo di 7a di A (G naturale, vedi la prima nota sul pentagramma) per arrivare al E con un moto discendente, mentre la voce al canto (C#) nel voicing sale cromaticamente fino ad arrivare al E per doppiare la 5a dell’accordo di tonica (A7). 

Turnaround N°3

turnaround 3

In questo caso usiamo delle soluzioni accordali. Si parte infatti da un voicing quartale di A7, per poi arrivare sul B7 che anticipa il A7 in chiusura.

Turnaround N°4 

turnaround 4

In questo caso ho scritto un lick dal sapore “claptoniano” da utilizzare come chiusura sul giro.

Turnaround N°5

turnaround 5

In questo esempio ho voluto rimanere sempre in zona “Rock-Blues” per proporvi un turnaround che ai più ricorderà il riff di “I’m so glad” dei Cream. 

Turnaround N°6

turnaround 6

In questi ultimi esempi ho voluto scrivere dei turnaround dal sapore più “jazzy”. In questo caso ho evidenziato il passaggio D – D# dim – E per poi chiudere (questo esempio funziona meglio come chiusura) sul A7.

Turnaround N°7 

turnaround 7

In questo caso ho usato la stessa idea spostandomi cromaticamente con l’accordo Dom 9 per creare una soluzione quasi “pianistica”. 

Turnaround N°8

turnaround 8

Quest’ultimo esempio si basa sempre su una progressione accordale: si parte da un primo rivolto di A7 per arrivare su B7 (come sostituzione di tritono di F7) e Bb7 (come sostituzione di tritono di E7).

Prova a prendere questi esempi di Turnaround, memorizzali e una volta “digeriti” suonali in diverse tonalità come intro o come uscita dal giro Blues.

Se ti è piaciuto l’articolo lasciami un commento qui sotto e vieni a visitare la nostra GUITARlab Modern Blues Guitar Academy!!

Un caro saluto,

Davide Pannozzo 

No Comments

Post a Comment